We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Democrazia, sovranità popolare e riforma della Giustizia

1 0 0
21.09.2019

Il problema della riforma della Giustizia è da sempre certamente uno dei nodi centrali del dibattito politico nel nostro Paese e probabilmente è anche uno dei motivi per cui è caduto il primo Governo Conte.

Io credo che il sistema giustizia debba essere ripensato anche nella sua struttura generale. Non si può non negare l’enorme distanza che oggi sussiste tra il diritto ad ottenere giustizia da parte dei cittadini e i meccanismi infernali dei processi sia civili che penali. Andrebbe immaginata una giustizia del buon senso. Buon senso significa che un processo debba essere breve; buon senso significa che un processo debba essere giusto; buon senso significa che la vittima del reato debba avere almeno pari considerazione rispetto alle altre parti del processo. Io credo che mai come oggi i concetti di sovranità, popolo e giustizia siano strettamente legati tra di loro​.

Leggendo la Costituzione la parola popolo compare quattro volte. Nell’articolo 1 quando si dice che la sovranità appartiene al popolo; nell’articolo 101, che stabilisce che la giustizia è amministrata in nome del popolo; nell’articolo 102, che stabilisce i casi e le forme di partecipazione del popolo all’amministrazione della giustizia. Esiste poi l’articolo 71, che statuisce che l’iniziativa di legge può essere affidata al popolo. Pertanto è così azzardato sostenere che il popolo avvicina e unisce a sé giustizia e sovranità? Se così fosse, e io ne sono convinto, anche le fondamenta del........

© L'Opinione delle Libertà