We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Un delitto eccellente raccontato dai killer

8 6 0
10.08.2019

Sono state raccolte, infine, le dichiarazioni di uno degli esecutori materiali dell'omicidio Lima, quelle di Onorato Francesco che è bene riportare qui di seguito a conferma del pieno coinvolgimento di un'ampia rappresentanza delle "famiglie" mafiose palermitane appartenenti anche a diversi "mandamenti" di modo da elidere qualsiasi dubbio sulla riconducibilità del mandato omicidiario al solo organismo, la "commissione provinciale", nel quale poteva concretizzarsi
e formalizzarsi quella decisione unitaria.
Onorato Francesco, infatti, ha, tra l'altro, raccontato all'udienza del 7 novembre 2013 nella quale è stato esaminato in qualità di testimone assistito ex art. 197 bis C.p.p., riguardo ai fatti che qui più direttamente rilevano ai fini della disamina dell'omicidio Lima nel contesto dei reati oggetto del presente processo: [...]
- che, tra i tanti delitti commessi, avrebbe dovuto partecipare anche al tentativo di omicidio del Commissario Germanà su incarico di Salvatore Biondino, ma che poi non vi aveva preso parte perché impegnato nella ricerca di Salvatore Contorno [...];
- che, in quel periodo, oltre al Commissario Germanà "cosa nostra" progettava l'uccisione di molte altre persone, o perché davano "fastidio" all'organizzazione ovvero perché, dopo la sentenza del maxi processo, le avevano voltato le spalle [...];
- che, in particolare, vi era una lista di persone che avrebbero dovuto essere uccise, tra in quali l'On. Vizzini, l'On. Mannino e l'On. Lima, l'On. Andreotti, i cugini Salvo, l'On. Martelli ed altri come riferitogli da Salvatore Biondino che faceva da emissario degli ordini di Salvatore Riina e della "commissione" ("Allora, c'era tutta una lista che si dovevano fare ammazzare. A parte, se avesse avuto possibilità, Totò Riina li avesse ammazzati a tutti, diceva sempre così Salvatore Biondino e Salvatore Riina, che se avessero avuto possibilità, li avesse ammazzati a tutti i politici per quello che era successo, per la sentenza andata male del Maxi Processo. Però c'era una lista prioritaria di uccidere il Commissario Germanà, l'Onorevole Vizzini, Calogero Vizzini, era nella lista, di cui io ho fatto pure le dichiarazioni quando ho collaborato, che si pedinava, ma era un po' difficile perché c'era l'elicottero che la mattina lo veniva a prendere .... ... ... Mannino, Calogero Mannino doveva essere ucciso, che prima se ne parlava bene. Di questo ne ho parlato pure quando ho collaborato, il
Ministro Calogero Vizzini. Salvo Lima era il primo della lista ....... ... la fonte è Salvatore Biondino, di cui è ambasciatore della Commissione ... ...... Il ruolo di Salvatore Biondino, nel 92 è capo mandamento e anche membro della Commissione, faceva parte della Commissione, e coordinatore di Commissione, perché lui coordinava pure la Commissione, lui mandava pure gli appuntamenti
anche per coordinare la Commissione ... ... ... Queste sono cose che Salvatore Biondino mi ha detto di fare e ho fatto. Dopo il 92, Salvatore Biondino riveste la carica sia come coordinatore. ma sia anche come capo mandamento e sia come regista. come regista di tutto quello che deve succedere in Cosa Nostra. Salvatore c'ha una lista di tutti quelli che devono essere ammazzati e diceva pure che se avesse possibilità li avesse ammazzati a tutti i politici dopo la sentenza di Cassazione. lo mi ricordo che si doveva fare l'omicidio Vizzini. Mi ricordo che si doveva fare... Ma direttamente. io parlo direttamente con Salvatore Biondino ... .... ... Prima Totò Riina. detto da Salvatore Biondino. Totò Riina voleva ammazzato subito a Salvo Lima con il figlio se c'era possibilità e Andreotti con il figlio. questi erano i primi che dovevano morire e infatti è stato il primo Salvo Lima .... ....... Per quanto riguarda Mannino. si deve uccidere. Intanto quello che ... Non è che si possono uccidere tutti in un giorno. perché poi ci vuole pure ... Ma man mano c'era questa lista di uccidere queste persone che... Si dovevano uccidere i Salvo. i cugini Salvo. si dovevano uccidere Andreotti. si doveva uccidere Martelli. Martelli. perché l'avevano pure con Martelli in quanto Martelli era stato. insieme con Craxi, insieme con Craxi e si parlava pure di Gardini. ai tempi che c'era Gardini. ai tempi che c'era Ferruzzi. tutte persone che si interessavano per Cosa Nostra stiamo parlando. Craxi … Martelli l'abbiamo fatto diventare noi Ministro di Grazia e Giustizia. Perché Buscemi Antonino della famiglia di Passo di Rigano. aveva nelle mani queste persone. come Ferruzzi. Craxi. Martelli. Lui aveva detto a noi. che abbiamo pure finanziato con duecento milioni di lire. noi come famiglia di Partanna Mondello abbiamo uscito duecento milioni di lire per finanziare il Martelli e portarlo........

© La Repubblica