We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Come ritroveremo quel contatto fisico che il virus ci ha tolto? 

5 2 16
07.10.2020

"Sono contento che tu sia qui". Dopo il DPCM con le nuove restrizioni, forse converrà dirselo più spesso.

Visto che gli altri canali per comunicarsi importanza, stima, affetto sono in gran parte ostruiti o per lo meno opachi, per far sapere a chi abbiamo accanto che per noi lui/lei è importante, non ci rimane che la parola.

Secondo Gary Chapman, uno dei guru mondiali su come ci si manifesta l'affetto, i linguaggi dell'amore sono cinque: parlarsi, gesti di servizio, momenti speciali, doni e, appunto, contatto fisico. Le nuove regole introdotte dal governo, anzi, almeno in parte, ripristinate, mettono in crisi soprattutto l'ultimo canale che, da noi nel Bel Paese, è, o meglio era, largamente utilizzato. Quando si legge "contatto fisico", infatti, non bisogna pensare all'atto sessuale, o non bisogna farlo in esclusiva.

"Contatto fisico" è darsi la mano, toccarsi nella spalla, ma, soprattutto, essere vicini fisicamente, varcare la soglia della prossimità: proprio quel confine che con il distanziamento dovuto........

© agi


Get it on Google Play