We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Una Campania all’altezza

1 0 1
20.03.2020

shadow

Stampa

Email

Forse, tanta retorica post-leghista sta per essere spazzata via. Da un lato, la produttività del Nord. Dall’altro lato, l’inefficienza del Sud. Come ogni luogo comune, anche questo custodisce una parte di verità. Ogni volta che torno a Napoli, mi imbatto in approssimazioni, in sciatterie, in disorganizzazioni: un mix che, in me, suscita rabbia, irritazione, dispiacere. Incontri tante eccellenze nel mondo della cultura, della ricerca, dell’imprenditoria. Poi, ti accorgi che, spesso, quelle eccellenze sono monadi; operano in un contesto distratto o sfilacciato; e, talvolta, assumono difetti e vizi propri di quello stesso contesto. Quante volte mi sono sentito ripetere: «Ma tanto Napoli è così…». Come forse non è mai accaduto in altri momenti emergenziali della storia, però, la mia città e la mia Regione, nell’età del Coronavirus, sembra stiano dando il meglio, ribaltando tante letture abusate. Si pensi ad alcune recenti «situazioni», che mi hanno particolarmente colpito, in queste giornate di buio, di silenzio e di angoscia: luci nel lungo tunnel che stiamo attraversando, costretti........

© Corriere della Sera