We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Ristoceutica, ovvero la prevenzione fatta a tavola in maniera scientifica

3 10 60
01.10.2018

Non avrei mai immaginato che esperimenti eseguiti nell’estate del 2008, volti a testare in laboratorio un nuovo approccio per rigenerare il cuore dopo un infarto, mi avrebbero indotto, dopo 8 anni di studi, a coniare la parola “ristoceutica” un neologismo sincratico da ristorazione e nutraceutica. La ristoceutica, per la prima volta celebrata alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa in occasione della Notte Europea dei Ricercatori in Toscana 2018, è una nuova linea di ricerca che vuole utilizzare le più recenti biotecnologie per generare un pasto funzionale ovvero un’associazione di diversi alimenti funzionali che migliorano lo stato di salute dell’uomo grazie al loro contenuto in composti biologicamente attivi.

Il ristoceuta è lo scienziato che si lascia contaminare da diverse conoscenze provenienti dal mondo della biomedicina e delle biotecnologie, come da quello delle agrobioscienze e delle scienze dell’alimentazione. Egli dovrà saper dialogare con i medici e i produttori agroalimentari e si dovrà dedicare allo studio:

I ricercatori del Trancrilab dell’Istituto di Scienze della Vita della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa hanno dimostrato che i composti biologicamente attivi e commestibili, come il beta-glucano d’orzo, i sulforafani delle crucifere, i polifenoli, come........

© agi