We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Vietato l’accesso al Duomo di Milano con simboli politici (tipo il foulard delle Sentinelle)

1 14 0
22.07.2020
@media only screen and (min-width: 501px) { .align_atf_banner{ float:left; } }

Ho aspettato qualche giorno a scrivere per non essere sospettato di strumentalizzazione politica o di vittimismo, ma questa è una piccola storia che merita di essere fatta conoscere. Sabato sera 11 luglio all’ingresso del Duomo di Milano è successo qualcosa che non dovrebbe mai succedere. In un paese come l’Italia, non dovrebbe succedere.

Era da poco finita la veglia contro il disegno di legge Zan-Scalfarotto contro l’omofobia e la transfobia organizzata dalle Sentinelle in piedi nella vicina piazzetta San Carlo, a metà del corso Vittorio Emanuele che unisce piazza Duomo e piazza San Babila: un evento a cui hanno partecipato circa 600 persone con la consueta modalità della lettura silenziosa per un’ora, coi partecipanti disposti a un metro e mezzo di distanza gli uni dagli altri. È sempre stato così, non dipende dal Covid.

All’iniziativa ho partecipato anch’io, come dimostrano alcuni miei post su Facebook. Diversamente da altre volte, non è stato possibile scambiare qualche idea col gruppetto di contestatori presenti, particolarmente nervosi; mentre è stata l’occasione per conoscere di persona lettori e amici di Facebook che fino a quel momento erano per me solo entità virtuali.

Finita la manifestazione, quattro persone che vi avevano preso parte – un sacerdote ultraottantenne e tre signori fra i 40 e i 50 anni – decidono di recarsi in Duomo per un momento di preghiera. Non sono riconoscibili come partecipanti ad una manifestazione di........

© Tempi


Get it on Google Play