We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Il fattore Tav nelle urne

2 0 0
12.07.2019

Per mesi terreno di scontro dentro la maggioranza di governo, con la Francia e con l’Europa, e per questo di recente strategicamente oscurata, la Tav è destinata a tornare prepotentemente in primo piano tra pochi giorni.

Succederà quando all’Italia sarà chiesto di decidere e non si potranno più invocare rinvii, approfondimenti, analisi; bisognerà dire di sì oppure no, con tutte le conseguenze del caso. Giocherà dunque un ruolo in questa tornata elettorale e lo farà anche perché è diventata un fattore, almeno nell’immaginario di un pezzo dell’elettorato del Nord e in particolare dei ceti produttivi: il simbolo di un Paese che non sa decidere, paralizzato dall’anomala convivenza tra due forze politiche che faticano a scegliere e che al compromesso spesso preferiscono il rinvio.

Così si è imposta di prepotenza nel dibattito pubblico nazionale, inglobando idealmente le centinaia di opere incompiute o bloccate e diventando l’emblema di un’Italia che viaggia........

© La Stampa