We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Siamo stati tutti sulla Luna. Io di più...

5 2 0
21.07.2019

Avevo pensato di ricordare i cinquant'anni della passeggiata lunare parlando di una fotografia, ovviamente. Della fotografia più simbolica di tutte quelle prese allora.

L'impronta del piede (del moon boot, diciamo) di Neil Armstrong sulla polvere del suolo lunare.

Vi avrei detto del vortice retorico che quella fotografia racchiude: metafora, metonimia e sineddoche, ma anche paragone e allegoria, visto che la fotografia stessa, come segno, appartiene al regime dell'impronta... Vi avrei detto tutte quelle cose lì.

Poi sulla prima pagina di Libertà, il quotidiano di Piacenza, ho visto una fotografia che mi ha fatto cambiare idea, e allora vi parlo di quella.

Sono quattro bimbi sulla spiaggia, e la foto ha i colori di certe Ferrania dell'epoca. Tre bambine e un bambino. Sappiamo i loro nomi: Sabrina, Andrea, Dina e Letizia. Sappiamo anche il nome del fotografo, che è il loro papà, Gianni Corvi, farmacista di Piacenza.

Sappiamo perfino dove fu scattata: sul litorale di Vasto. "Ci eravamo rifugiati lì perché Milano Marittima era troppo affollata". Si stava stretti, sulla terra, già allora. Gli astronauti non furono gli unici a cercare il Mare della Tranquillità.

E ovviamente, guardando i titoli dei giornali che i bimbi mostrano con tutto il loro compunto impegno, sappiamo la data: è il 21 luglio del 1969. Esattamente........

© La Repubblica