We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

I sudari di Annie. Ovvero, come usare le foto

4 2 0
02.07.2019

Dopo una decina di pagine sono irritato con Annie Ernaux. Di più, sono veramente arrabbiato, mi sento circuito, quasi abusato.

Mi ero fidato di te, le dico mentalmente. Ho adorato, e non mi pento, quel tuo libro, Gli anni, in cui ha saputo dipingere l'affresco della memoria collettiva della nostra generazione raccontando solo oggetti banali - incluse molte fotografie, cosa che mi ha particolarmente affascinato.

Così ho ordinato questo tuo (e di Marc Marie, tuo compagno) L'usage de la photo, che poi ho scoperto hai scritto almeno quindici anni fa. Con quel titolo, come non potevo? Mi aspettavo molto.

Ma dopo una decina di pagine, stavo dicendo, ero completamente a disagio. Questa cosa non me l'aspettavo. Che tu mi trascinassi fra i relitti dei tuoi amplessi privatissimi, in mezzo alla scena disordinata della vostra passione amorosa - legittimissima per carità, ma io cosa c'entro? Perché vuoi fare di me un guardone?

In realtà, di voi non si vede nulla, neanche un dito. Le fotografie sulle quali è costruito questo libro sono le pelli di cicala di coiti appassionati. Sono fotografie di abiti, scarpe, biancheria intima sparsi........

© La Repubblica