We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Le procedure anomale di tutela

4 4 0
21.12.2019

Uno degli aspetti che la Commissione ha inteso approfondire è il comportamento dell’equipaggio di tutela del dottor Antoci.
Nella ricostruzione dei fatti, condivisa da tutti i testi e riassunta nella proposta di archiviazione della Procura di Messina, si evidenziano diverse anomalie nel comportamento degli agenti che accompagnavano Antoci, alcuni addebitati dagli auditi ai momenti di concitazione vissuti dopo l’agguato, altri di più difficile comprensione.[...]
Il dottor Antoci arriva a Cesarò a bordo della sua Lancia Thesis blindata, accompagnato dall’assistente capo Proto (alla guida) e dall’assistente capo Santostefano come caposcorta. Il vicequestore aggiunto Manganaro, che avrebbe dovuto raggiungere Antoci, è a bordo di un SUV guidato dall’assistente Granata. Durante il percorso, Manganaro si ricorda che occorre recuperare una pen drive contenente delle foto che il funzionario intende mostrare al sindaco di Cesarò.
MANGANARO: Partii da Sant’Agata col mio SUV nero che mi era stato dato da qualche settimana… sequestrato ad un boss di Barcellona e riassegnata al mio ufficio…
FAVA, Presidente della Commissione. Era un’auto attrezzata con sirena e lampeggiante?
MANGANARO: È una macchina attrezzata con lampeggiante, senza sirena… quindi siamo saliti con Granata… poi l’assistente Granata come in ogni sua occasione era un po’ sbadato… dimenticò la chiavetta… e quindi per........

© La Repubblica