We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

La versione degli alti ufficiali

4 5 0
26.08.2019

Sono state, altresì, acquisite le testimonianze rese dagli odierni imputati Mori e De Donno allorché vennero esaminati nel processo per la strage di via D'Amelio denominato "Borsellino ter" all'udienza del 27 marzo 1999.
[…] E' opportuno, invece, riportare qui di seguito una sintesi della deposizione resa
da Mario Mori: “[...] P.M dott. DI MATTEO: - ... Le volevo chiedere se corrisponde a verità il fatto
che lei nella seconda metà del '92 ha avuto contatti con l'ex sindaco di Palermo Vito Ciancimino ed eventualmente ci dirà ... intanto ci dica se sì o no; TESTE MORI: - Sì, ho avuto contatti.... ... ...Sì. Faccio riferimento, giusto per puntualizzare e temporalizzare i vari momenti... ... ... Allora, per temporalizzare cominciamo a dire che ... a puntualizzare alcune date. Il 24 o 25 di maggio c'è
l'attentato a Capaci; muore Giovanni Falcone, la signora e la scorta. Fu un momento di... di crisi generale delle Istituzioni per la società italiana, che plasticamente, anche se ingiustamente, si può rappresentare con il volto del dottor Caponnetto, che dice: "É finita". Cioè, lo Stato era in ginocchio in quel momento. E noi investigatori, i magistrati, la Polizia Giudiziaria, eravamo in un
momento di... quasi di buio totale. [...] E definii due tipi di ... di attività: una quello della ricerca specifica del capo di "Cosa Nostra" attraverso un gruppo scelto e individuato da noi nel ros ... tra il nostro personale che su ... anche su indicazioni dell'allora maresciallo Lombardo, che poi si suicidò anni dopo, cominciò a sviluppare l'indagine esclusiva volta alla ricerca di Salvatore Riina.
Attivai poi tutto il personale che si interessava di criminalità organizzata di tipo mafioso perché si ... si trovassero delle fonti informative che potessero darci un quadro di conoscenze su cui sviluppare un'attività più incisiva. In questo secondo aspetto, in questo secondo ambito, si fece avanti con una proposta l'allora capitano De Danno. De Donno aveva svolto, […] una serie di indagini su Vito Ciancimino, in particolare sugli appalti per la manutenzione strade e per la manutenzione degli edifici scolastici [...] De Donno mi fece questa proposta, dice: ''[...]Perché non proviamo
ad andare sotto a Ciancimino? Perché l'uomo, dato il suo livello, senz'altro può conoscere fatti, cose, personaggi che in qualche modo ci potrebbero ampliare le nostre conoscenze". Pur dubbioso dell'esito dissi: "Va bé, proviamo". E quindi ci fu un contatto, peraltro molto facile, perché c'erano queste udienze in corso e quindi era naturale il... il contatto tra il capitano De Donno e Ciancimino. […] P.M dott.ssa PALMA: - ... nei precedenti incontri o prima della cattura di Riina, ovviamente, il Ciancimino fornì mai qualche elemento, qualche informazione utile per voi e che vi portò alla cattura di Riina?; TESTE MORI: - La cattura di Riina é avvenuta per tutt'altra vicenda investigativa ... …. ... La vicenda nasce nell'estate del '92. Io decido di costituire questo Reparto, un
gruppo scelto di un quindici - sedici persone comandati da un ufficiale, che scende a Palermo durante il mese di settembre e comincia un'attività su di un input preciso, che ci viene fornito ... Preciso ... si fa per dire preciso, comunque era qualche cosa già. Che ci viene fornito dal maresciallo Lombardo, il quale dice che... di avere acquisito notizie secondo cui il punto di riferimento, chi
insomma voleva parlare con Totò Riina doveva passare attraverso Raffaele Ganci, che era il capo della famiglia della Noce. Su questo elemento noi decidiamo... io mi fidavo di Lombardo, perché Lombardo era un grande conoscitore di cose di mafia. Cioè, mi fidai della notizia, della bontà della
notizia, per cui noi puntammo la nostra attività, ed è documentale, perché poi è stata... è processualizzata ed è tutta l'attività di pedinamento, osservazione e riscontro soprattutto video delle attività sulla famiglia Ganci, ed in particolare prima su Raffaele, il padre, e poi i suoi due figli, Domenico e l'altro non mi ricordo come si chiama. Nel corso delle indagini, delle... e dei servizi sul
terreno il gruppo operativo seguì in una circostanza Domenico, mi sembra, Domenico Ganci, comunque uno dei due figli, fino a via Bernini, là, dove poi a suo tempo è stato visto uscire e poi quindi arrestato Riina. E acquisii questo dato di fatto: lui si... entrò dentro il comprensorio e loro si fermarono. Ad un certo punto, verso il 10 di maggio, io ho un appuntamento ... 10 di gennaio '93,
ho un appuntamento a Torino con Giancarlo Caselli, il quale mi aveva chiesto di andare su perché in previsione, dopo pochi giorni, di assumere la carica di Procuratore di Palermo voleva avere un quadro della situazione dal punto di vista investigativo e operativo. Arrivato sul posto mi fil segnalato di portarmi, appena arrivato all'aeroporto, al Comando della Brigata Carabinieri perché lì
mi aspettava il dottor Caselli. Lì c'era il dottor Caselli e il generale Delfino e mi sottoposero un verbale di... di confessione fatto da Baldassare Di Maggio a proposito dei suoi rapporti con Salvatore Riina. Mi dissero altresì che sulla base delle indicazioni che avevano dato ... che aveva dato Di Maggio circa i luoghi dove si poteva trovare, dove aveva accompagnato, dove aveva visto
........

© La Repubblica