We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Iniziò tutto con l'omicidio di Michele Reina

4 5 0
19.01.2020

Giova, altresì, riportare testualmente le dichiarazioni di altri due esponenti politici palermitani, l'On. Antonino MANNINO, comunista, e l'On. Anselmo GUARRACI, socialista, non senza sottolineare il fatto che esse sono state rese al G.I. nel corso del 1990 e riflettono quindi, come si è già osservato a proposito del Prof. ORLANDO, le considerazioni e le valutazioni suggerite dai molti avvenimenti, spesso drammatici, succedutisi nel corso di quest'ultimo decennio.
Invero l'On. MANNINO dichiarava il 28.6.1990 Fot. 938359, Vol. LXX):
"Ho conosciuto Piersanti MATTARELLA, sempre nella stagione politica di cui ho parlato, ma assai meno di REINA.
Era sicuramente un uomo politico di statura elevatissima, di grosso spessore culturale e profondo conoscitore della "macchina" amministrativa regionale nonché delle pieghe del bilancio della Regione.
Ovviamente, per come è noto, fu un uomo che tentò il massimo del rinnovamento politico in quegli anni e ricordo che, assieme a NICOLETTI e REINA, spingeva affinché il P.C.I. aiutasse la D.C. in quel tentativo di rinnovamento.
Fu sempre oppositore di CIANCIMINO e dei metodi di quest'ultimo.
Lei mi chiede, anche per l'omicidio dell'On. MATTARELLA, se io ho una causale da indicare, basandola su dati concreti, frutto di valutazione personale o di discussione all'interno del P.C.I.
Al riguardo, riferendomi soprattutto ai colloqui con l'On. LA TORRE, posso solo dire che il pericolo costituito dall'On. MATTARELLA consisteva, a giudizio dei suoi avversari, non solo nel fatto che aveva portato avanti significative azioni politico-amministrative di profonda rottura col passato, ma che intendeva persistere su tale strada, anche quando era venuto meno quel quadro politico di "solidarietà autonomistica" che........

© La Repubblica