ferrara

cronaca

Porto Garibaldi A 21 anni dall’inaugurazione del centro commerciale “Le Valli” di Porto Garibaldi, il gruppo Bennet spa si accinge a lasciare il timone dell’ipermercato, che occupa una superficie di 5.800 metri quadri rispetto ai 19mila complessivi dell’intero quartiere dello shopping al coperto sulla costa. Sino al 10 febbraio resterà il marchio Bennet, seguiranno, subito dopo, lavori di riallestimento del punto vendita, in funzione della riapertura, prevista per i primi di marzo, sotto marchio Conad. Salvi tutti i posti di lavoro, in quanto «i dipendenti sono stati tutti riconfermati dal primo all’ultimo – spiega Alessia Gamberini (Filcams-Cgil) – e tutti manterranno la loro anzianità di servizio, compresi Tfr, ferie e permessi. Si è trattato di un passaggio semplice, attraverso un percorso classico. Conad è una realtà solidissima a livello patrimoniale e l’esito dell’incontro del 10 gennaio è da ritenersi pienamente soddisfacente».

Il gruppo comasco Bennet aveva aperto il proprio ipermercato all’interno di “Le Valli” il 26 giugno 2003, in occasione dell’inaugurazione di quello che è stato il primo centro commerciale sul litorale comacchiese. Con l’applicazione dell’articolo 2112 del Codice civile, mediante la cessione di un ramo d’azienda, tutti i lavoratori passeranno dunque alle dipendenze dell’affittuario che subentra. Bennet , infatti, manterrà la proprietà della struttura, mentre la gestione dell’ipermercato sarà ceduta a Conad. Fra le novità in vista, lo spostamento dell’ingresso in corrispondenza del reparto ortofrutta, per conferire maggiore appeal e un bel colpo d’occhio per i clienti che saranno così accolti tra i colori e i profumi dei prodotti della terra. Saranno inoltre assicurate rilevanza al settore gastronomico, includendo macelleria, pescheria e banchi frigo, e altrettanto grande visibilità al reparto dei prodotti freschi e a quelli che si fregiano del marchio “Sapori e Dintorni”, legato a tipicità che conciliano qualità elevata e prezzo.

«Abbiamo chiesto nuove assunzioni – prosegue la funzionaria di Filcams Cgil -, e per il momento sono stati confermati e salvaguardati tutti i posti di lavoro a tempo indeterminato. Non potendo compiere proiezioni anticipate, ci sarà anche personale a tempo determinato, ma prima di compiere valutazioni più precise, Conad ha ritenuto di affrontare la stagione, prendendo un anno di tempo, fino a gennaio 2025, in prospettiva di ulteriore incremento di organico».

Dall’11 febbraio i lavoratori, a porte chiuse, procederanno a svuotare e inscatolare i prodotti invenduti, da destinare ad altri punti vendita Bennet. Poi il nuovo colosso alimentare procederà con l’inserimento di nuove scaffalature e nuovi arredi. Non mancheranno sezioni, con richiami alle tradizioni lagunari, per la vendita di varie tipologie di prodotti, anche non alimentari. Lo svuotamento dell’ipermercato durerà una settimana: «Siamo in attesa che ci venga comunicata da parte di Bennet – conclude Gamberini – la disponibilità a effettuare un’assemblea informativa aperta ai lavoratori i quali, tuttavia, sono tranquilli perché sono già a conoscenza del percorso lineare concertato».

QOSHE - Conad a Porto Garibaldi, possibili nuove assunzioni: «La decisione dopo il primo anno» - Katia Romagnoli
menu_open
Columnists Actual . Favourites . Archive
We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Conad a Porto Garibaldi, possibili nuove assunzioni: «La decisione dopo il primo anno»

12 30
24.01.2024

ferrara

cronaca

Porto Garibaldi A 21 anni dall’inaugurazione del centro commerciale “Le Valli” di Porto Garibaldi, il gruppo Bennet spa si accinge a lasciare il timone dell’ipermercato, che occupa una superficie di 5.800 metri quadri rispetto ai 19mila complessivi dell’intero quartiere dello shopping al coperto sulla costa. Sino al 10 febbraio resterà il marchio Bennet, seguiranno, subito dopo, lavori di riallestimento del punto vendita, in funzione della riapertura, prevista per i primi di marzo, sotto marchio Conad. Salvi tutti i posti di lavoro, in quanto «i dipendenti sono stati tutti riconfermati dal primo all’ultimo – spiega Alessia Gamberini (Filcams-Cgil) – e tutti manterranno la loro anzianità di servizio, compresi Tfr, ferie e permessi. Si è trattato di........

© La Nuova Ferrara


Get it on Google Play