We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Rotavirus, una preoccupazione in meno: il neonato al rientro a casa, dopo il parto

2 0 0
13.06.2020

La campagna di sensibilizzazione sull’infezione da Rotavirus realizzata da GSK con l’approvazione del Ministero della Salute e il patrocinio della Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP), ribadisce l’importanza della vaccinazione anti-Rotavirus per prevenire la gastroenterite da Rotavirus con un semplice vaccino anche nei giorni in cui impariamo a convivere con il Coronavirus. «La chiusura di alcuni centri vaccinali, la paura del contagio e l’impossibilità di muoversi durante il lockdown hanno provocato il rinvio di moltissimi appuntamenti vaccinali.

L’emergenza COVID-19 ha avuto una seria ripercussione sulle coperture vaccinali dei più piccoli, ridotte in alcune Regioni fino al 4% rispetto allo stesso periodo del 2019. - afferma Vanessa Perone, Pediatra di famiglia della Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP) - L’emergenza COVID-19 ha fatto scivolare in secondo piano tutte le altre malattie infettive che possono causare sofferenze ai bambini, alcune di queste prevenibili anche con la vaccinazione. Conla fase2 è di fondamentale importanza un pieno ritorno alla normalità per rispettare le scadenze vaccinali indicate nel Piano Nazionale di Prevenzione Vaccinale, compreso il vaccino anti-Rotavirus, tra l’altro co- sommistrabile in un’unica seduta vaccinale con gli altri vaccini del ciclo primario.La FIMP ritiene opportuno mantenere la protezione contro le gastroenteriti da Rotavirus, data la possibile presentazione clinica del COVID 19 con manifestazioni gastroenteriche».

In Italia il Rotavirus colpisce 1 bambino al minuto, 27.000 al mese, per un totale di oltre 400.000 casi........

© La Gazzetta del Mezzogiorno


Get it on Google Play