We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Quella violenza pervasiva che mina la quotidianità

2 0 0
17.09.2019

L’episodio è di pochi giorni fa, un bimbo nordafricano di 3 anni è stato preso a calci da un uomo nel centro di Cosenza, solo perché si era avvicinato al passeggino della figlia neonata. Una vicenda che ha visto, tutto sommato, una sommessa indignazione popolare, pur essendo connotata da violenza e razzismo, forse perché i nostri connazionali sono oramai abituati a vivere in una società in cui la violenza sembra essere il tratto più marcatamente distintivo. Sembra quella china irreversibile descritta efficacemente nel film “Chiedimi se sono felice” da Aldo, Giovanni e Giacomo, autori di una teoria, scontata ma non troppo. Se si mette una pallina su un piano inclinato la pallina comincia a scendere e, per quanto impercettibile sia l'inclinazione, inizia a correre sempre più veloce.

Fermarla è........

© La Città di Salerno