We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Le donne iraniane lottano per la libertà

1 0 0
11.10.2019

Tre donne iraniane detenute nella famigerata prigione di Qarchak, a Teheran, sono state di recente condannate a più di dieci anni di carcere. Il loro “crimine”? Non aver indossato il velo, sfidando così il codice di abbigliamento islamico del paese.

Le donne erano state arrestate dopo che un video messo online in occasione della Giornata internazionale delle donne era diventato virale. Nella clip, si vedono le tre donne senza velo mentre distribuiscono fiori alle passeggere della metropolitana di Teheran.

“Verrà il giorno in cui le donne non saranno costrette a lottare”, afferma una di loro, mentre un’altra esprime la speranza che in futuro le donne che indossano l’hijab saranno in grado di camminare fianco a fianco delle donne che decidono di non indossarlo. La battaglia a favore del diritto delle donne a non coprirsi il capo ha spinto la giornalista e attivista irano-americana Masih Alinejad – autrice del libro The Wind in My Hair: My Fight for Freedom in Modern Iran – a fondare [nel 2014] un movimento social chiamato “My Stealthy Freedom” (“La mia libertà furtiva”).

Il movimento, come parte dei suoi sforzi, ha lanciato l’hashtag #WhiteWednesdays (Mercoledì Bianchi), in cui le donne possono condividere foto e video che le ritraggono in luoghi pubblici senza velo – o immagini di se stesse che indossano simbolici copricapo bianchi e altri indumenti – e possono scambiarsi le loro opinioni sui diritti delle donne. Nei cinque anni successivi alla sua fondazione, il movimento My Stealthy Freedom ha ricevuto migliaia di........

© L'Opinione delle Libertà