We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Bonafede: “No limiti a intercettazioni”, Insorge Forza Italia

1 1 0
17.06.2019

Alfonso Bonafede, a proposito dell’uso delle intercettazioni, chiude la porta alla Lega. “Niente bavagli, divulgare tutto ciò che è di interesse pubblico”. È quanto sostiene il ministro della Giustizia grillino, intervistato dal Fatto quotidiano. Rispetto alla bufera nel Csm innescata dal caso Palamara, secondo Bonafede “adesso, più che le parole servono i fatti. Da ministro devo innanzitutto agire come titolare del potere disciplinare nei confronti di chi ha sbagliato. E bisogna avviare un pacchetto di riforme di cui in tanti hanno parlato in passato, senza fare nulla. Non c’è più spazio per i gattopardi”.

Per il Guardasigilli, “delle degenerazioni del correntismo si parla da anni. Ed è stato su mio impulso se nel contratto di governo sia stata inserita la riforma del Csm, proprio per reagire a questo. Però il fatto che alcuni politici discutessero con dei togati delle nomine in procure rappresenta un elemento in più”.

Sull’ex ministro Luca Lotti che ha rivendicato di non aver commesso alcun reato parlando con i magistrati, Bonafede spiega: “Sul singolo fatto non entro, visto che ho aperto un procedimento su quella intercettazione. Dopodiché la rilevanza penale non c’entra nulla con quanto accaduto. Qui si pone una questione morale enorme, anche per i politici”.

A proposito del deputato Pd Cosimo Ferri, che ha sostenuto di essere stato intercettato in modo........

© L'Opinione delle Libertà