We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Le sentenze non si commentano, si ipotizzano le conseguenze: il caso Viareggio

4 1 0
27.06.2019

La sicurezza del trasporto ferroviario è, dal momento della nascita delle Ferrovie 115 anni fa, un progetto condiviso con chi è deputato alla vigilanza degli impianti e delle reti ferroviarie, cioè lo Stato ed in particolare il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Norme, disposizioni, di esercizio, regolamenti di circolazione, prescrizioni di traffico, modelli di esercizio, sono gli strumenti con cui, da sempre, le ferrovie consustanziano il concetto stesso di sicurezza e lo fanno insieme ad altri soggetti istituzionalmente preposti a tutto ciò, come l’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie, voluta con Decreto Legislativo nell’agosto 2007, a dimostrare che anche nella “provinciale” Italia, campione da sempre della sicurezza ferroviaria garantita dagli uomini e dalle intelligenze ferroviarie, ci si poteva affidare ad organismi indipendenti per il controllo del processo di sicurezza del trasporto ferroviario .

Il compito congiunto, sia delle Ferrovie dello Stato che dell’organo preposto al controllo di quel processo, consiste nell’indagare la possibilità di manifestazione di eventi e di identificare le azioni comportamentali, normative, fisiche, infrastrutturali necessarie ad evitare un qualunque evento che potesse........

© L'Opinione delle Libertà