We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Forse il ministro per il Sud farebbe bene a dimettersi

3 1 0
24.06.2019

Chi legge i miei blog da almeno dieci mesi, cioè sin dall’inizio della esperienza di governo della compagine giallo verde, ha avuto modo di leggere la serie di previsioni e di anticipazioni che in modo davvero bislacco si sono tutte rivelate vere.

Non è il mio un merito o una particolare dote profetica è solo una banale capacità analitica di leggere tutti gli atti documentali che obbligatoriamente questo Governo produce o, peggio ancora, non produce in modo ufficiale. Posso capire il disinteresse del ministro Danilo Toninelli nel non trovare allocate risorse per la serie di investimenti infrastrutturali da lui annunciati, anche delle cosiddette opere minori; posso capire il ministro Luigi Di Maio che è più interessato ad usare le risorse per iniziative in conto esercizio e non in conto capitale; posso capire il ministro Matteo Salvini che ritiene più utile, per l’aggregazione del consenso, l’uso delle risorse disponibili per supportare le norme sulla “flat tax”; non capisco, invece, il ministro del Mezzogiorno, Barbara Lezzi, che viene del tutto sconfessata in merito alle sue ripetute dichiarazioni di rilancio degli investimenti nelle aree meridionali del Paese. Il ministro Lezzi essendo pugliese vive sulla propria pelle le negatività di una realtà territoriale completamente in grave crisi. La Lezzi sa bene che è un vero scandalo non essere riusciti a spendere quasi nulla delle risorse assegnate dalla........

© L'Opinione delle Libertà