We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Sconcertatevi, ma non convertiteci

2 1 0
26.09.2019

La sentenza della Corte costituzionale che ha dichiarato non sempre punibile l’aiuto al suicidio, quando chi lo chiede versa in condizioni di estrema sofferenza, ha una malattia incurabile e in piena coscienza lo chiede questo aiuto, ha riaperto il solito fronte tra i contrari e i favorevoli all’eutanasia di stato. Io sarei tra questi ultimi e mi sento di dire ai vescovi, che giustamente dal loro punto di vista fanno titolare il quotidiano della Cei con la parola “sconcertati”, che hanno tutto il diritto di esserlo. Purché non tentino, abusando dello stato di diritto e cercando di piegarlo........

© L'Opinione delle Libertà