We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Il “centro” possibile

1 0 0
27.09.2019

Gli analisti dicono che il “centro” è come una vasta prateria in attesa di essere conquistata, con una decina di milioni di elettori sparpagliati qua e là.

I competitor politici, anche per questo motivo, si sono moltiplicati: ai tradizionali partiti, come l’Udc di Cesa o le due Democrazie cristiane, quelle di Grassi e di Rotondi, si sono sommati i neonati gruppi di Italia Viva di Renzi e di Siamo Europei di Calenda. Inoltre, c’è un pulviscolo di micro forze parlamentari ed extraparlamentari che aspirano ad occupare quello stesso spazio, che vanno da IDeA di Quagliariello a una porzione di Europa della Bonino e di Della Vedova, da Centro motore di Taradash fino a Politica insieme, riconducibile ad alcuni movimenti cattolici e a qualche vescovo. A questi si deve poi aggiungere, last but not least, Forza Italia, che potrebbe divenire il vero motore di una rinnovata coalizione, sempre che non intenda frantumarsi, implodere o farsi fagocitare da altri partiti.

Attori e attrici,........

© L'Opinione delle Libertà