We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

La disillusione del Sudafrica alle urne

5 6 0
08.05.2019

Venticinque anni fa il Sudafrica, finalmente libero dall’apartheid, viveva le prime elezioni a suffragio universale della sua storia. L’entusiasmo era tale che i seggi restarono aperti ben oltre l’orario previsto per accogliere gli elettori rimasti in fila per ore.

L’eroe di quel giorno si chiamava Nelson Mandela, un uomo che aveva trascorso un quarto di secolo in prigione per il suo ruolo alla guida dell’Anc, l’African national congress. Mandela sarebbe stato eletto presidente e, caso raro, avrebbe rifiutato un secondo mandato, convinto di aver compiuto la sua missione di portare il Sudafrica alla democrazia e scegliendo, arrivato alla soglia degli ottant’anni, di cedere il passo alla generazione successiva.

La saggezza del vecchio detenuto di Robben........

© Internazionale