We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Il bombardamento dei migranti in Libia è un crimine di guerra

6 18 0
04.07.2019

Sono i dannati della terra, vittime che nessuno protegge e nessuno difende. Le decine di migranti morti a causa del bombardamento aereo che alle prime ore di mercoledì 3 luglio ha colpito il centro di detenzione di migranti di Tajura, a est di Tripoli, sono al centro di una tragedia di cui nessuno vuole assumersi le responsabilità. Fanno parte delle decine, forse centinaia di migliaia di migranti partiti dall’Africa e da altre regioni del mondo, bloccati in Libia e abbandonati alle conseguenze di una guerra civile nuovamente divampata.

La costernazione e la collera dominano i ranghi della Nazioni Unite, i cui sforzi di mediazione e protezione dei civili sbattono contro un muro d’indifferenza e cinismo.

Il rappresentante speciale dell’Onu per il conflitto libico, Ghassan Salamé, ha........

© Internazionale