We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Perché in Venezuela si è arrivati alla resa dei conti

3 13 0
03.05.2019

All’inizio di marzo sembrava che entrambe le parti in conflitto in Venezuela avessero deciso che una lunga crisi fosse meglio di una guerra civile. Sembra che il leader di una delle due parti abbia cambiato idea.

Quasi quattro mesi fa, Juan Guaidó ha sfidato il presidente Nicolás Maduro sostenendo che la sua rielezione dello scorso anno era stata fraudolenta. Guaidó sosteneva di essere lui il presidente legittimo, e Maduro non lo ha arrestato presumibilmente perché temeva di scatenare una guerra civile che avrebbe potuto perdere. Poiché neanche Guaidó era sicuro di vincere, anche lui si è fermato.

L’operazione politica per rimuovere Maduro è stata chiaramente coordinata con Washington. A Guaidó era senza dubbio stato detto che se si fosse dichiarato presidente gli Stati Uniti e una cinquantina di suoi amici e alleati lo avrebbero riconosciuto – cosa che hanno prontamente fatto. Ma comunque ha evitato una resa dei conti con Maduro e si è limitato a fare discorsi (che Maduro non ha impedito).

Entrambi sapevano di essere su un terreno legalmente accidentato: Maduro ha vinto elezioni truccate, ma Guaidó non ci aveva nemmeno........

© Internazionale