We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Muore a 24 anni schiacciato dal trattore: il sogno della campagna e l'assunzione nell'azienda dello zio

1 1 0
30.06.2021

GREVE IN CHIANTI. Saliva e scendeva su e giù per la collina da due anni ormai. Era il suo sogno da quando era alle superiori a Monte Ciocci. S’era iscritto all’agrario per questo, Lorenzo. Scappare da Roma. E venire qui, nella campagna Toscana, quella da cartolina, a lavorare dallo zio che un po’ i compagni di classe gli invidiavano pure, con la fattoria immersa nei colori cangianti dei colli del Chianti, nelle terre del Gallo Nero, dove il vino esce dalla vite doc. L’aveva inseguita come nelle volate che faceva con la bicicletta da corsa, questa vita all’aria fresca, all’aperto, fra l’uva e le olive.

E invece per Lorenzo Fino nera è diventata la terra che amava. S’è spento in un uliveto della tenuta, travolto dal trattore che guidava ogni giorno. Nessuno è ancora riuscito a capire come sia successo; come questo ragazzo di 24 anni, nato nella capitale, si sia ribaltato con il cingolato e sia rimasto schiacciato, e adesso sia l’ennesima croce piantata nella scia dolorosa di morti sul lavoro che si allunga in Toscana dall’inizio dell’anno.


È successo tutto intorno........

© Il Tirreno


Get it on Google Play