We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

I dannati della Fi-Pi-Li ora chiedono i danni

4 1 0
02.07.2021

FIRENZE. Stufi, stanchi, stremati. Non ne possono più di doversi mettere in macchina la mattina e consegnarsi a una lotteria. Anzi, per la verità ormai è diventata l’unica loro vera certezza granitica: cento chilometri da Livorno a Firenze, una strada al collasso, che li costringe a code e cantieri e a schivare il rischio di incidenti ogni giorno. Una strada chiave per la mobilità in Toscana, ormai un itinerario punteggiato di pericoli e disagi prodotti da anni di sprechi, inefficienze e annunci finiti nel nulla.

Per questo sono già 50 le persone ad aver aderito alla class action sulla Fi-Pi-Li, un’azione penale collettiva promossa dagli avvocati Federico Bagattini e Alberto Corsinovi e animata da un nutrito drappello di “dannati”, appunto, così come si sono ribattezzati i pendolari della grande strada di comunicazione riuniti in una pagina Facebook e che ora dopo ora sulle chat di quattro gruppi Whatsapp si scambiano informazioni in tempo reale. La prossima........

© Il Tirreno


Get it on Google Play