We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Napoli, crivellato di colpi mentre gioca a carte: così la Camorra giustizia il boss rivale

1 0 0
12.09.2021

NAPOLI. Come il 7 giugno del 2016, quando due sicari fecero irruzione in un circoletto ricreativo in un rione dimenticato dallo Stato e ammazzarono un boss della camorra «in fuga». Oggi come ieri l’ordine era non sbagliare. Non fare sopravvissuti. Solo che allora, sotto il fuoco di fila dei killer, finì anche un innocente.

Questo pomeriggio a Napoli la camorra è tornata a regolare i suoi conti in uno di quei circoli ricreativi rimediati alla meglio nei «bassi» dei quartieri più poveri della città. E lo ha fatto per uccidere. Salvatore Astuto, 47 anni, stava giocando a carte quando una pioggia di piombo lo ha investito. Circa una ventina i colpi di pistola esplosi. Tanti, tantissimi. A testimoniare la circostanza che chi ha agito lo ha fatto per ammazzare.

Non solo: chi ha premuto il grilletto era con buona probabilità anche un killer esperto, che nel circolo in........

© Il Tirreno


Get it on Google Play