We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Finale choc per l’ex Ilva, Arcelor se ne va: “Impossibile lavorare senza immunità”

1 0 0
05.11.2019

ROMA. La «bomba» scoppia poco dopo l’ora di pranzo, quando ArcelorMittal rende noto di aver comunicato ai commissari straordinari l’intenzione di risolvere il contratto con cui un anno fa ha rilevato l’ex Ilva. La notizia era nell’aria da tempo, almeno da giugno quando col Decreto crescita il precedente governo giallo-verde ha cancellato per la prima volta lo scudo che tutela i manager del gruppo dai reati penali legati al piano di risanamento ambientale. Nonostante ciò il governo, che fino a ieri ha minimizzato il problema, è stato colto di sorpresa ed ora si trova ad dover affrontare l’ennesimo fronte di crisi. La partita è davvero grossa: tra Taranto, Genova e Novi Ligure sono infatti in gioco i destini di ben 20mila posti di lavoro tra occupati diretti e indotto. E in ballo ci sono i destini dell’intero comparto siderurgico nazionale.

Dura la prima risposta arrivata dal governo, che ieri ha tenuto due vertici per affrontare qusta nuova emergenza, uno ad inizio pomeriggio al ministero dello Sviluppo con Patuanelli, Catalfo, Speranza, Provenzano e Costa, ed uno più tardi a palazzo Chigi, dove oltre al premier........

© Il Secolo XIX