We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Punizioni al testimone chiave del caso Cucchi. Accusati sei alti ufficiali dei carabinieri

1 1 0
15.09.2019

DALL’INVIATO A SAN CESAREO. La legge sul whistleblowing è in vigore anche in Italia dal 2017 e questo è il primo procedimento fatto scattare dall’Autorità anticorruzione per difendere un militare. Uno che ha fatto una denuncia rischiosa e che ha consentito di riaprire un’inchiesta scottante come quella sulla morte di Stefano Cucchi. Quel carabiniere, un appuntato con molti anni di esperienza e spesso in prima linea nella lotta agli stupefacenti, si chiama Riccardo Casamassima. È lui che nel 2009 ha raccolto la confidenza di un collega e che solo nel 2015 ha trovato il coraggio di raccontare quella frase bisbigliata all’orecchio da un maresciallo: «È successo un casino, hanno massacrato di botte un arrestato». Quel racconto, a Riccardo........

© Il Secolo XIX