We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Parigi chiede sanzioni per la Turchia, ma il timore di ritorsioni spacca l’Ue

1 0 0
12.10.2019

DALL’INVIATO A BRUXELLES. Uniti nel condannare l’operazione militare turca contro i curdi e le «inaccettabili minacce» di Erdogan. Ma divisi sulle risposte da dare. Mentre in Siria è partita l’offensiva di Ankara, a Bruxelles i governi europei cercano un difficile compromesso. Parigi ha proposto sanzioni economiche, la Svezia un embargo sulle armi (Olanda e Finlandia hanno già annunciato di aver bloccato le vendite). Ma alcuni Paesi – Germania in testa – tirano il freno perché temono ritorsioni.

Le differenti posizioni sono emerse ieri mattina durante un vertice tra gli ambasciatori dei Ventotto. Lunedì toccherà ai ministri degli Esteri Ue cercare una soluzione, anche se verosimilmente la palla passerà nelle mani dei capi di Stato e governo che si vedranno al Consiglio europeo di giovedì e venerdì. Non sarà facile trovare una sintesi. «È stato deciso di affrontare la questione con un approccio olistico» spiega una fonte........

© Il Secolo XIX