We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

L’avvertimento delle aziende liguri: «Subito le linee guida per ripartire»

3 2 18
08.04.2020

Genova - Il livello di attenzione, e di pericolo, non dovrà scendere neppure quando l’emergenza sarà finita, o passata a quella che la politica definisce la “fase 2” . Perché a quel punto per le aziende, soprattutto quelle piccole, si tratterà di capire non più quando, ma come riaprire le attività. A quali condizioni, con quali regole, entro quali limiti normativi e in molti casi fisici. Un bando regionale in Liguria ha stanziato 3,5 milioni di euro proprio per accompagnare la riorganizzazione aziendale delle piccole imprese. «Va nella giusta direzione - dice Luigi Attanasio, presidente della Camera di commercio di Genova - ma adesso occorre un cronoprogramma costruito su basi scientifiche da esperti, basato su una serie di indici inoppugnabili, che metta le imprese in condizioni di sapere al raggiungimento di quali livelli del contagio Covid-19 si potranno riprendere le diverse attività e a quali condizioni di distanziamento, protezione e sicurezza». Anche di questo dovranno occuparsi i consulenti - un team di professionisti - chiamati a sostenere le imprese in questo difficile ma inevitabile processo di cambiamento.

Oggi in Liguria più della metà delle unità locali delle imprese iscritte alle Camere di Commercio........

© Il Secolo XIX