We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Massanzago: selfie con la donna che aveva appena ucciso

5 1 0
01.06.2019



L’aveva aggredita a morte nell’abitacolo della macchina di lei. E, particolare agghiacciante e mai emerso, dopo averla massacrata con nove coltellate (otto al collo di cui una mortale alla giugulare), prima si era ferito, poi aveva scattato dei selfie inviando le sue foto alla madre.


I selfie

Chissà cosa è passato per la testa di Luigi Sibilio, l’assassino di Natasha Bettiolo, in quel momento. L’episodio - mai venuto alla luce prima – è raccontato nelle motivazioni della sentenza della Corte d’appello di Venezia che, lo scorso marzo, aveva confermato la condanna a 30 anni di carcere nei confronti del 36enne napoletano, ritenuto responsabile del reato di omicidio volontario aggravato dalla premeditazione e dalla minorata difesa della vittima, la 47enne cuoca di Massanzago uccisa con 9 coltellate davanti alla scuola elementare di Trebaseleghe dove lavorava.

Quei selfie, secondo i giudici di secondo grado, nulla cambiano rispetto alla pronuncia di primo........

© Il Mattino di Padova