We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

La cultura? In Italia non è più un valore

2 1 0
25.09.2019

Lo dicono i dati, lo dice l’evidenza empirica. E allora bisogna iniziare a parlare fuori dai denti. E affermarlo senza falsi timori. Affermare cosa? Che la cultura, in Italia, non serve più a una mazza! Dimenticate quello che vi raccontavano da bambini, cioè che chi studia, chi approfondisce, chi più sa poi ottiene una ricompensa: è tutto falso! Chi lo sostiene? L’autore di questo blog? No, i numeri.

Basti dire infatti che, in questo momento, il libro più letto e il film più visto dagli italiani sarebbero, rispettivamente, “Le corna stanno bene su tutte. Ma io stavo meglio senza”, di tal Giulia De Lellis, di professione influencer e che ha in passato pacificamente affermato di non aver mai aperto un libro in vita propria e “Unposted”, documentario sulla vita di un’altra influencer, Chiara Ferragni, nota per la relazione con il rapper Fedez.

C’è da stupirsi? No. Secondo un recente studio Infodata, l’Italia è infatti il quarto Paese al mondo per numero di analfabeti funzionali, il 28% della popolazione totale. Di chi si tratta? Sono persone in grado di leggere e scrivere ma che non sanno sviluppare un pensiero critico e che, pur riuscendo a leggerli, faticano a comprendere testi semplici come, per fare un esempio, le istruzioni per il montaggio di un oggetto. Si sta parlando, per capirsi, di quelli che condividono indignati meme........

© Il Giornale