We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

E se fosse l’Italia il rischio globale più serio del 2020?

3 6 0
11.01.2020

E se l’instabilità cronica fosse a suo modo una nuova forma di stabilità? Nella giornata di ieri e in quella di oggi alcuni tra i più importanti economisti del mondo appartenenti ai paesi del G20 si sono dati appuntamento in Olanda per provare a mettere insieme alcune idee relative al futuro dell’economia mondiale. L’appuntamento in questione è quello legato a una sessione di conferenze organizzate dal Bellagio Group e con grande sorpresa di alcuni tra i partecipanti alla due giorni olandese la notizia del 2020 è che nonostante i venti di guerra, i venti protezionistici, le battaglie commerciali, le minacce dei dazi e le incertezze della Brexit, i prossimi dodici mesi promettono di essere quelli in cui i più importanti paesi del pianeta si renderanno conto che la stagione delle grandi paure ormai è alle spalle. Il mondo sembra essere ogni giorno a un passo da una qualche crisi che potrebbe rimettere in discussione gli equilibri che governano il nostro benessere ma alla fine dei conti, nonostante tutto, le cose vanno in un modo diverso. Tra Iran e Stati Uniti continua a esserci tensione ma l’impressione che anche questa tensione sarà passeggera tende a essere prevalente al punto da non aver creato né una corsa al petrolio (ieri a New York le quotazioni hanno perso il 4,5........

© Il Foglio