We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Koons contro Hirst: il broker e il punk milionari dell’arte

1 0 0
21.08.2019

L’inglese Damien Hirst , 64 anni,e l’americano Jeff Koons , 54 anni (Getty Images)

shadow

Stampa

Email

21 agosto 2019 (modifica il 21 agosto 2019 | 21:58)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Il protagonista de «La carta e il territorio» di Michel Houellebecq è un immaginario artista d’avanguardia. Si chiama Jed Martin. In apertura di questo romanzo — tra le più originali riletture in chiave narrativa dei paesaggi dell’arte del nostro tempo — incontriamo Jed Martin intento a realizzare un omaggio a due tra le maggiori celebrities dell’arte contemporanea: Jeff Koons e Damien Hirst. Nel suo quadro iperrealista, un po’ alla Lucian Freud, egli ritrae, nella stanza di un lussuoso hotel del Medio Oriente, le due artistar. Indossano abiti neri, camicie bianche, cravatte nere. Ecco Koons: incarna una «contraddizione insormontabile tra la scaltrezza ordinaria dell’agente di commercio e l’esaltazione dell’asceta». Ed ecco Hirst: sta bevendo una birra; ha l’aria cupa; il volto rubicondo; appare cinico.

Antagonisti

Koons e Hirst, dunque. Non nemici, ma antagonisti. Tante differenze, alcuni affinità. Entrambi non provengono da formazioni accademiche. Koons — fine anni 70........

© Corriere della Sera