We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Moscovici su alleanza M5S e Pd: «L’estrema destra della Lega si batte con un fronte comune»

6 28 0
15.05.2019

Nei giorni della tensione tra Lega e Cinque Stelle, Pierre Moscovici sottolinea le differenze tra i due partiti populisti al governo in Italia e non esclude soluzioni «creative» che potrebbero portare il Partito democratico a collaborare con i grillini per fare argine all’estrema destra e riportare la sinistra un giorno al potere. Il commissario europeo per gli Affari economici e finanziari ha partecipato ieri all’evento organizzato a Parigi dalla rete televisiva Euronews sul tema «Europa popolare o Europa populista?», durante il quale sono intervenuti tra gli altri anche Guy Verhofstadt (presidente del gruppo Alde al Parlamento europeo), la ex diplomatica francese da poco eletta presidente della Georgia, Salomé Zourabichvili, e il candidato italiano nelle file di Renaissance (la lista di Macron alle Europee) Sandro Gozi.

«Cervello rettiliano»

Il primo a parlare è stato Moscovici, che nel suo discorso introduttivo ha definito «nemici dell’Europa, non più solo avversari euroscettici» i partiti populisti che avanzano in Europa e che in qualche caso sono al potere, come in Ungheria, Polonia e Italia, «anzi, in Italia i partiti populisti sono ben due». Finito l’intervento, il Corriere ha chiesto a Moscovici cosa pensasse dei litigi all’interno del governo italiano e dell’ipotesi di un cambio di alleanze, con il Movimento Cinque Stelle che potrebbe guardare a sinistra. «Voglio evitare di intervenire troppo nella politica italiana, che seguo da vicino da tempo - ha risposto Moscovici -. Ci sono due partiti populisti al potere in Italia, che però sono differenti. Il primo, la Lega, appartiene più all’estrema destra, è il partito di........

© Corriere della Sera