We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Marine Le Pen: «Salvini ha il compito di allargare l’alleanza. Presto in Italia un grande evento sovranista»

2 1 116
05.04.2019

«Vedrò Matteo Salvini domattina a Parigi, parleremo della campagna per le Europee, non capisco la polemica», dice al telefono Marine Le Pen. La sua assenza dal vertice sovranista di lunedì prossimo a Milano ha fatto discutere, c’è chi ha pensato a uno strappo nell’alleanza con la Lega ma la leader del Rassemblement National spiega che «è davvero un falso problema, di una mia partecipazione alla conferenza di Milano non si è mai parlato».
Come mai?
«Perché le varie delegazioni del gruppo “Europa delle Nazioni e delle Libertà” al Parlamento europeo, che comprende il Rassemblement National, la Lega e altri, hanno dato a Matteo Salvini il compito di rappresentarle alla conferenza di Milano, dove ci saranno forze danesi e finalndesi che non sono ancora nel gruppo Enl».
Salvini ha il compito di cercare altre alleanze in Europa?
«Sì, il fatto di essere al governo gli dà incontestabilmente una leadership, e ne sono felice. Gli abbiamo affidato questo ruolo, anche se noi tutti siamo al lavoro. A Matteo abbiamo delegato il compito di costruire un gruppo il più largo possibile».
Di che cosa parlerete nel vostro incontro a Parigi?
«I temi non mancano. Dobbiamo parlare della campagna europea, del grande meeting che riunirà a maggio tutti i membri del gruppo e i partiti politici impegnati al nostro fianco, e delle altre forze che potrebbero unirsi a noi».
Questo grande evento dei partiti sovranisti si terrà in Italia, come già annunciato?
«Penso di sì perché la commissione nazionale dei conti di campagna ci impedisce di avere a disposizione i mezzi consentiti agli altri partiti politici europei, quindi molto probabilmente lo organizzeremo in Italia».

A inizio anno lei aveva parlato di un primo comizio con Salvini a Milano a febbraio, per dare il via alla campagna per le Europee, e poi di un altro per chiuderla. Come mai il meeting di febbraio è saltato?
«Il problema è che l’inizio della campagna elettorale per le Europee non è lo stesso nei diversi Paesi. Noi francesi abbiamo cominciato presto, italiani e austriaci invece........

© Corriere della Sera