We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Il figlio di Carla Bruni è sovranista militante: mamma «se ne infischia»

1 0 0
09.05.2019

A Nicolas Sarkozy, marito di sua madre e firmatario del Trattato Ue di Lisbona, Aurélien Enthoven ha regalato una cravatta dell’Upr, il micro-partito che lotta per la fine della «dittatura europea» e per il ritorno al franco. Il giovane Enthoven, 18 anni a giugno, figlio del filosofo Raphaël e di Carla Bruni, ha voluto fare un gesto di militanza politica, perché a dispetto delle origini Aurélien si batte per la «Frexit» e per il ritorno della Francia alla piena indipendenza nazionale, una volta abbandonate le organizzazioni sovra-statali come la Ue e la Nato.

L’ambiente familiare porterebbe Aurélien verso un’altra direzione: il papà Raphaël Enthoven, co-autore con il nonno Jean-Paul di un «Dizionario innamorato di Marcel Proust» — è un filosofo protagonista della vita intellettuale di Saint-Germain-des-Prés e di molte trasmissioni alla radio e in tv, difensore in infiniti dibattiti della laicità e della società aperta, sia contro l’oscurantismo islamico sia contro il populismo di Marine Le Pen, dell’estrema destra e dei gilet gialli; la mamma Carla Bruni-Sarkozy è stata première dame di una Francia che resta un pilastro della costruzione europea, e lui ha vissuto cinque anni della sua breve vita all’Eliseo con Nicolas Sarkozy, che di recente è tornato sulla scena prodigando consigli a Emmanuel Macron proprio sull’Europa.

La prima fotografia di Aurelién risale al gennaio 2008, quando aveva sei anni e sulle spalle dell’allora presidente Sarkozy si copriva il volto con le mani per proteggersi dai paparazzi che avevano seguito la nuova coppia Bruni-Sarkozy in vacanza a Petra, in Giordania. Poi qualche anno fa Aurélien Enthoven è ricomparso come youtuber con il nome di «M-Gigantoraptor», dedito a smontare le teorie di complotto che proliferano in Rete.

Solo che François Asselineau, pittoresco leader dell’Upr forte di uno 0,92 per cento alle ultime presidenziali, è un grande complottista di tendenza anti-americana: secondo lui gran parte della storia contemporanea, dal terrorismo islamico alla nascita dell’Unione europea fino alla riforma territoriale della Francia, è frutto delle manovre occulte degli Stati Uniti........

© Corriere della Sera