We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Gaymard: «Tav opera decisiva per il futuro e noi francesi la vogliamo. Il Moncenisio ha 150 anni, è un freno»

3 0 380
07.02.2019

PARIGI Hervé Gaymard è una delle personalità francesi più impegnate nel difendere la Tav. Cinquantotto anni, sposato con la manager Clara Lejeune (ex General Electric, figlia del grande genetista Jérôme Lejeune scopritore della trisomia 21) dalla quale ha avuto nove figli, Gaymard è stato ministro dell’Agricoltura e poi dell’Economia nel governo Raffarin (2002-2005), e oggi è presidente di dipartimento della sua Savoia.

L’estate scorsa lei ha scritto al presidente Macron per sostenere le ragioni della Tav, e qualche giorno fa ha invitato in Savoia la ministra dei Trasporti, Elisabeth Borne. Nei giorni in cui il governo italiano si divide, pensa che la Francia sia ferma nel «sì» al progetto? E perché lei è così favorevole?
«Gli eletti a livello locale in Francia hanno sempre largamente sostenuto il “Lyon-Turin” (la Tav in francese, ndr), che oggi è un........

© Corriere della Sera