We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Morbo e paura:

1 0 0
24.02.2020

Si rimane sbalorditi di fronte alla capacità visionaria della letteratura. Ci voleva George Orwell per narrare con tanto anticipo la potenza del controllo e dell’omologazione imposta urbi et orbi da un Grande Fratello: «credo che qualcosa di molto simile potrebbe realizzarsi», disse con cautela commentando il suo ultimo romanzo, 1984, e forse non poteva immaginare che l’avvento della Rete avrebbe confermato per molti aspetti la sua immaginazione distopica. Ci voleva Pasolini per prevedere certi sviluppi nefasti della modernità su cui oggi è difficile non interrogarsi. E Primo Levi in un racconto........

© Corriere della Sera