We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Beppe Sala: «Io candidato premier? Oggi sarei il più adatto a vincere»

2 0 0
29.05.2019

Seppur con tutte le cautele del caso, Beppe Sala non dice di no all’ipotesi di una sua candidatura alla premiership del centrosinistra. Ipotesi che negli ultimissimi giorni circola con una certa insistenza al Nazareno. «La politica — dice il sindaco di Milano — cambia velocemente. Oggi potrei dire che posso essere la persona più adatta affinché il centrosinistra vinca, tra un anno vediamo, perché gli scenari mutano molto rapidamente». Già, che la politica ormai abbia un andamento veloce e non più quello lento della prima Repubblica lo sanno anche al Pd. Dove hanno trovato il modo di attrezzarsi per far fronte all’eventualità della nascita di «un nuovo progetto» renziano. Ci ha pensato Paolo Gentiloni, che ha spinto Carlo Calenda, il più adatto nel Pd a ricoprire quel ruolo, a lavorare alla creazione di un partito lib-dem. D’intesa con Zingaretti, naturalmente.

I vertici del Partito democratico puntano così a giocare d’anticipo sull’ex premier, neutralizzandolo. «L’idea di questi — commenta amaro Beppe Fioroni — è di fare come la Quercia con i cespugli: il Pd e tanti satelliti». È ancora troppo presto per capire se questa operazione svuoterà veramente il «nuovo progetto» renziano, ma quel che è chiaro già ora è che Gentiloni e Zingaretti non hanno intenzione alcuna di farsi rosolare a fuoco lento. Proprio per questa ragione hanno deciso di convocare all’improvviso la Direzione, per oggi, cioè prima dei........

© Corriere della Sera