We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Sangue in Irlanda del Nord: «È colpa della Brexit che ha riaperto le ferite»

1 0 0
19.04.2019

Londra L’Irlanda del Nord danza sull’orlo del vulcano. Le violenze di (London)Derry sono soltanto l’ultima eruzione di uno smottamento iniziato l’anno scorso, con i primi disordini notturni proseguiti poi con un’autobomba qualche mese fa e infine con i plichi esplosivi inviati di recente ad aeroporti e stazioni londinesi.

«Non c’è nessun appetito per un ritorno al conflitto armato — dice Mary Lou McDonald, l’erede di Gerry Adams alla testa del Sinn Féin, il partito politico nazionalista cattolico che era il braccio armato dell’Ira —. E noi non prenderemo rischi in tal senso». Ma il pericolo esiste: perché è adesso la Brexit che mette a repentaglio gli accordi di pace, faticosamente negoziati ventuno anni fa, che avevano messo fine a una guerra civile che aveva provocato tremila morti.

Le intese del Venerdì Santo, come sono conosciute, hanno garantito finora la pace grazie a una ambiguità di fondo: l’Irlanda del Nord è una provincia «ibrida» della Gran Bretagna, tanto che i suoi abitanti possono ottenere la cittadinanza britannica, quella irlandese, o tutte e due. Di fatto, è un condominio fra Londra e Dublino: e il confine fra l’Ulster a Nord e la Repubblica d’Irlanda a Sud è in pratica inesistente.

Ma tutto ciò era possibile finché si era tutti assieme parte dell’Unione europea: ora la Brexit impone una scelta, o di qua o di là. Ed è per questo che la status dell’Irlanda del Nord è diventato la pietra d’inciampo che ha fatto deragliare l’accordo tra Londra e Bruxelles. Ed è la miccia che sta riaccendendo le tensioni fra cattolici e protestanti.

«La Brexit è un terremoto che riporta in primo piano la questione della divisione dell’Irlanda», sottolinea Mary Lou McDonald. Anche perché, al referendum del 2016, la maggioranza degli elettori dell’Ulster, a differenza degli inglesi, si era espressa per rimanere in Europa. Ed è anche un risultato, sottolinea la leader del........

© Corriere della Sera