We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Nati i corvi alla Torre di Londra: il Regno è salvo (per adesso)

1 0 0
17.05.2019

I sudditi di Elisabetta possono tirare un sospiro di sollievo. Questione Brexit risolta? Niente affatto. Ma la sopravvivenza della Gran Bretagna è garantita: alla Torre di Londra sono nati quattro piccoli corvi. E la leggenda vuole che quando i neri uccelli abbandoneranno la fortezza, la Torre si sgretolerà e il Regno cadrà. Ora la continuità è garantita: e anche Elisabetta può dormire sonni tranquilli.

L’annuncio dell’arrivo dei pulcini ha sfiorato per solennità quello della nascita del figlio di Harry e Meghan. Il Maestro dei Corvi della Torre, ossia il guardiano che ha il compito di vegliare sui pennuti, si è detto «assolutamente eccitato». E ha raccontato che gli uccellini sono venuti alla luce il 23 aprile, giorno dedicato a San Giorgio, patrono dell’Inghilterra.

«È stata una cosa abbastanza inattesa», ha rivelato. «Mi sono insospettito quando ho visto i genitori costruire un grosso nido nel giro di una notte, dopo di che la femmina ha cominciato a sedercisi subito dentro». Il 23 aprile il Maestro ha notato che i due uccelli avevano cominciato a portare cibo nel nido, ma è stato solo dopo qualche giorno che è riuscito ad accertarsi della presenza dei quattro pulcini: i primi neonati da 30 anni a questa parte .

I genitori nutrono i piccoli ogni due ore: il padre, che si chiama Huginn, riceve dal guardiano una mistura di quaglie, topi e ratti e la passa col becco alla madre, che si chiama Muninn e aspetta nel nido. Una dieta che chiaramente ha i suoi risultati: i corvetti alla nascita misuravano otto centimetri, ma nel giro di due settimane hanno quadruplicato la stazza.........

© Corriere della Sera