We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

I piedini in posa del royal baby: lo stile Kardashian irrompe a corte

1 0 0
18.05.2019

Di Master Archie, il figlio di Harry e Meghan, finora non si è visto granché. Ai giornalisti lo avevano presentato tutto infagottato e pure con la cuffietta calata sugli occhi: ma domenica scorsa sono spuntati i piedini, in una foto attentamente coreografata e in posa «artistica», ovviamente pubblicata sul loro profilo Instagram. Un’immagine che ci racconta molto dell’impronta che l’ex attrice americana sta cercando di calcare sulla monarchia britannica: e dei conflitti che questo potrebbe provocare. Innanzitutto la data scelta per postare la foto, il 12 maggio, festa della mamma: ma negli Stati Uniti (e in Italia), non certo in Gran Bretagna, dove la ricorrenza cadeva il 31 marzo. Un piccolo segno dell’americanizzazione strisciante che si sta facendo largo al seguito di Meghan e di cui si era avuto un potente assaggio alla cerimonia nuziale, il cui primo anniversario cade proprio oggi.

Poi c’è l’immagine stessa: i piedini del neonato sono ormai diventati un cliché delle celebrities e di recente abbiamo potuto rimirare quelli dei figli di Eva Longoria, già casalinga disperata, e di Geri delle Spice Girls. Precedenti che hanno ben poco a che fare con le tradizioni reali: e che rimandano invece a uno star system con i cui riti Meghan continua a identificarsi. E qui sta il problema: perché c’è un abisso fra l’essere un’attrice hollywoodiana e interpretare il ruolo di membro della famiglia reale. Ma la neo duchessa del Sussex sembra ancora avere difficoltà a tracciare il confine. Lei ha cercato di mantenere il più stretto controllo su tutta la comunicazione attorno al «baby Sussex», con una regia attentamente studiata che include l’apparizione a Windsor col bimbo in braccio a Harry e poi la foto dei piedini accarezzati dalla sua mano (di cui è stata notata la manicure perfetta). Ma questo sforzo l’ha messa in conflitto con Buckingham Palace: e così si spiegano le contraddizioni e il mezzo fiasco del giorno della nascita. Il 6 maggio, infatti, è arrivata nel primo pomeriggio la notizia che il travaglio di Meghan era appena iniziato: comunicazione di fatto smentita solo 40 minuti dopo, quando è stato annunciato che il bambino........

© Corriere della Sera