We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

La fine di un’illusione che non poteva durare

1 0 0
09.08.2019

shadow

Stampa

Email

9 agosto 2019 (modifica il 9 agosto 2019 | 21:02)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

È accaduto nel cuore di agosto quello che era chiaro da molti mesi. L’alleanza giallo-verde e il contratto tra i due vicepremier gemelli si erano da tempo inabissati in un vortice di accuse, polemiche, sgarbi, veti paralizzanti per il governo. I sondaggi dall’inizio dell’anno segnalavano un percorso impossibile per chi sembrava costretto a stare insieme: tutti i benefici per Matteo Salvini, tutti i danni per Luigi Di Maio e il suo partito trionfatore nelle elezioni del 4 marzo dello scorso anno. L’esecutivo e l’attività dei ministri (l’uno contro l’altro in ogni occasione) erano diventati un campo di battaglia. Il risultato finale era davanti agli occhi di tutti: consigli dei ministri inconcludenti, qualche volta della durata di pochi minuti. Sospetti reciproci e proclami che tentavano di nascondere il nulla. Tutto questo mentre il Paese arrancava con i suoi indici economici........

© Corriere della Sera