We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Mosca, le spie della porta accanto: svelati i nomi degli infiltrati del Kgb

4 1 0
02.02.2020
shadow

Stampa

Email

2 febbraio 2020 (modifica il 2 febbraio 2020 | 10:46)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abitudini normali, occupazioni normali. Per vivere come noi e tra di noi. Capaci di ingannare il vicino, a volte la famiglia. In grado di condurre un’esistenza senza sussulti, quasi anonima, per poter raccogliere informazioni sotto gli occhi di tutti. Indisturbati. Questo raccontano le storie di alcuni «illegali», agenti dei servizi russi mandati all’estero dopo essere stati preparati a somigliare ad americani, giapponesi, sudamericani, europei. Nella valigia identità spesso rubate ai morti. I dettagli scarni delle loro missioni sono stati svelati di recente dall’SVR, l’intelligence esterna della Russia, in un’operazione di trasparenza, dal valore storico e propagandistico, iniziata con la diffusione delle prime schede. Alcuni si godono la pensione, altri sono morti, accomunati dal riconoscimento postumo nella........

© Corriere della Sera