We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Quella luce che filtra dalla crepa

1 0 0
06.11.2019

Ne sono convinto da sempre: la forza testarda del vero giornalismo, non quello improvvisato così di moda in questi tempi, può ancora cambiare il mondo. Tanto più quando il mondo coincide con la città dove una testata — il Corriere del Mezzogiorno a Napoli — poggia su radici profonde. Sapere che il ministro Dario Franceschini ha deciso di intervenire per salvare Palazzo d’Avalos, proprio in base a quanto emerso dalla nostra campagna di stampa, ci riempie di gioia e di orgoglio. Gioia perché, dopo decenni d’incuria e abbandono, i napoletani possono finalmente sperare che uno dei gioielli più preziosi del nostro patrimonio storico e artistico torni a splendere come un tempo. E non per ospitare appartamenti di lusso ma in virtù di una destinazione d’uso di alto valore culturale: un museo, probabilmente, come più volte auspicato dalle colonne di questo giornale. È ovvio che la strada non sarà semplice e bisognerà sorvegliare con attenzione che tutto proceda per il meglio: parliamo, infatti, di una vicenda dal passato tortuoso e densa di grovigli burocratici capaci di seminare trappole lungo il cammino del dicastero.

Ma........

© Corriere del Mezzogiorno