We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Comprendere no distruggere Maniacale è l'ansia di pulizia da smacchiatore dell'umanità

1 3 41
30.06.2020

L’ansia di pulizia assoluta è uno dei veleni dell’animo umano. Non è aspirazione alla purificazione. È una forma maniacale le cui estreme conseguenze fanno tabula rasa della vita. Veicolo degli orrori nella storia e coltre sotto cui si sono nascoste le ipocrisie di tutti i credo politici e religiosi. Eppure è perenne protagonista. Vi è sempre qualcuno con maggiore devozione, più ineffabile purezza, più rigorosa osservanza. L’ansia di pulizia si manifesta con l’ostentazione dei simboli e dei testi di questo o quel credo, che siano Bibbia, Capitale, Mein Kampf. Il meccanismo è il medesimo, indifferente ai contenuti. La sua malignità sta nell’essere, quell’ansia, organica alle logiche più nefaste del potere, che la brandisce come una spada per dimostrare di essere nel giusto. Il superpulito di turno si presta volentieri al servizio, scambiandolo con riconoscimenti e favori... Quello che succede con le statue in questi giorni è una versione social-popolare di questa attitudine.

Se ne parla come argomento di riflessione filosofica e........

© Avvenire


Get it on Google Play