We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Lo strano scandalo Ma è «laico» censurare l'uomo della Croce?

4 6 0
26.06.2019

Chi ha la fede non teme la ragione. Al contrario, la cerca, la interpella, la usa; non la venera. Ne riconosce la grandezza e i limiti. Che cosa da essa avrebbe da temere? Non è la ragione che mi costringe a chiedere chi sono, da dove vengo, dove vado? Non è la ragione che di fronte alle galassie sterminate, all’atomo invisibile, alle spaventose profondità dei mari, mi conduce alla giusta misura di me stesso? Non è la ragione che non sopporta di essere rinchiusa in spazi limitati e angusti e, liberamente, coraggiosamente, cerca un oltre, bussando anche alla porta della fede? Fede e ragione, gemelle siamesi, che resistono, da secoli, agli attacchi di coloro che avrebbero voluto e ancora vorrebbero separarle. Fede e ragione rifiutano e rigettano ogni estremismo, ogni fanatismo. Il laico veramente laico non teme la fede così come il credente veramente tale non teme la compagnia della ragione. La fede non è, non può essere, solo un fatto privato, ha conseguenze sulla sfera pubblica. Se credo che ogni uomo è mio fratello mi impegno, anche in politica, perché più nessun bambino muoia di fame. Se........

© Avvenire