We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

La lettera di papa Francesco ai sacerdoti Ancora coraggio perché tutto è dono

5 9 0
06.08.2019

Santo Padre, stavolta ci hai colto di sorpresa; proprio non ci aspettavamo questa lettera nel cuore dell’estate. Grazie, perché ci vuoi bene e ci incoraggi ad andare avanti con gioia. Come uno speleologo sei sceso negli anfratti più reconditi dei nostri cuori di sacerdoti e li hai illuminati con luce di sapienza. Avevamo bisogno di questa lettera. È vero, gli scandali sessuali a danno dei minori, commessi da nostri confratelli, hanno ferito – insieme a te, Francesco, e al tuo predecessore Benedetto – anche noi. Abbiamo sofferto per le vittime, per i loro cari, per la Chiesa e per chi, a causa di questi obbrobri, ha smarrito la fede.

È vero, anche noi, tante volte, siamo stati derisi e offesi per questi peccati che non avevamo commesso. Dolore, vergogna, senso d’impotenza in quei momenti ci hanno travolto, avremmo voluto parlare, dialogare, chiarire, ma non sempre l’altro era disposto ad ascoltare. Era il momento della croce e noi abbiamo chinato il capo. Abbiamo ingoiato bocconi amari sapendo che era giusto che fosse così, siamo un corpo solo e se un membro soffre........

© Avvenire